Teatro Vascello

Il Teatro Il Vascello nasce nel 1989 dalla ristrutturazione del Cinema Vascello, costruito nel 1946, e può essere considerato come una tappa ulteriore del percorso artistico di Giancarlo Nanni e Manuela Kustermann e della Cooperativa La Fabbrica dell’Attore da loro diretta.

Bisogna risalire ai fermenti sociali e ai movimenti giovanili degli anni ’70, per capire e identificare il percorso. Dai problemi concreti, reali, quotidiani, vissuti come esperienze aggreganti, nasce il gruppo Space Re[v]action che crea la prima sede stabile: il Teatro La Fede, a via Portuense 78, dove attorno a Nanni e alla Kustermann si forma un gruppo di lavoro che spazia fra teatro, cinema, danza, musica e arti visive. Sono anni di grandi fermenti culturali e la compagnia viene ben presto considerata un punto di riferimento importante nella rivoluzione artistica di quegli anni. Al Teatro La Fede passano artisti internazionali, come Steve Lacy, John Cage, Gérard Gelas, The Living Theatre.

Dall’anno 1998 il Ministero per i Beni e le Attività Culturali ha riconosciuto La Fabbrica dell’Attore come Teatro Stabile d’Innovazione, premiandone la pluriennale attività di ricerca e sperimentazione fatta, oltre che delle proprie produzioni, anche di laboratori e promozione di spettacoli teatrali.

La compagnia, in diverse stagioni, è stata impegnata in tournée internazionali di grande rilievo toccando città come Mosca, Kiev, Il Cairo, Raimsheid (Monaco di Baviera), Buenos Aires, Bogotà, Città del Messico, New York, Tokio, Istanbul, Ankara. Nella primavera del 2001 Giancarlo Nanni è stato il primo italiano invitato a lavorare e insegnare al celebre Actors’ Studio di New York, dove ha tenuto una sessione speciale della durata di 5 mesi.

Nel 2003 il Teatro Vascello ha istituito il Premio Valentino Zeichen, rafforzando il proprio impegno anche sul versante della poesia, affiancandolo ad altre iniziative di promozione delle arti meno rappresentate, quali la videoarte, l’arte visiva, la performance.

Da oltre 20 anni dà vita a una importante rassegna di danza contemporanea, e ha svolto parecchi corsi di formazione e perfezionamento professionale: recitazione, danza, scrittura creativa per la drammaturgia, regia, videoteatro.

Nel 2004 il Teatro Vascello ha inaugurato, al piano seminterrato, la Sala Studio, luogo di incontro per la promozione di artisti emergenti, utilizzata anche come sala prove e sede dei laboratori teatrali.

Nei tanti anni di attività, il Teatro Vascello ha sempre rappresentato un punto di riferimento per il teatro di ricerca e di nuove proposte e a tutt'oggi si propone come vetrina di esperienze artistiche che non trovano spazio nelle strutture più istituzionali o nei teatri tradizionali. Dal 2019 ospita la finale del Roma Fringe Festival.

In seguito alla morte, avvenuta nel gennaio 2010, del cofondatore Giancarlo Nanni, Manuela Kustermann è attualmente unico direttore artistico del Teatro Vascello e della compagnia La Fabbrica dell'Attore - Teatro Stabile d'Innovazione.