Chiuso per solitudine

Oreste D’Ippolito

 

proveniente da
Roma

di
Orlando Placato

con
Cristina Aubry e Oreste D’Ippolito

regia e adattamento scenico
Anna Maria Loliva

 

Non si è soli unicamente quando si è da soli. La solitudine si manifesta più marcatamente quando la gente ti circonda, ma tu parli a te stesso. Dieci personaggi: la cessa spiona, l’estremista dell’Opus Dei che scopre il piacere dell’hashish, la donna in carriera che si parla addosso, l’anziano rampollo di una famiglia benestante, l’ex showgirl di “Non è la RAI” pentita di non averla data a sufficienza, il mini dotato desideroso di riscatto, la dottoressa dominatrice, il figlio dell’amore, la mamma che ha perso un figlio alla nascita e, infine, il più solo di tutti. Dieci personaggi, dieci ritratti grotteschi dell’isolamento di uomini e donne in una realtà fatta di emozioni e vissuti dopati dalla virtualità internettiana e falsi miti. Un sottile filo conduttore si dipana attraverso queste singole vicende semiserie con finale inaspettato (proiettato al pubblico in un breve video a sorpresa). Uno spettacolo per sorridere e riflettere.

 

In programmazione per:

Giovedì 17 – ore 19:00 – PALCO B
Sabato 19 – ore 20:30 – PALCO B